ZUCCHERO: SI SALVI CHI PUO’!

Subscribe to our mailing list

* indicates required

zuccherocaramelle

Già, è l’unica cosa che potremo dire d’ora in poi vedendo lo zucchero:

“Zucchero: si salvi chi può!”

Oggi, mi sono imbattuta nelle linee guida dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sull’assunzione di zuccheri per adulti e bambini e ho pensato che era il caso di raccontarlo o, comunque, di ricordarlo a tutti.

Sono state pubblicate a Marzo del 2015, sono passati 2 anni,  ma ho la sensazione che non siano state recepite un granchè.

Comunque, ecco quali sono le linee guida:

“E’ necessario ridurre l’assunzione di zuccheri al di sotto del 10% dell’intake energetico totale. Se si scende sotto il 5% si avranno molteplici effetti benefici sulla salute.”


ZUCCHERI SI               frutta fresca, vegetali


ZUCCHERI NO             monosaccaridi aggiunti (glucosio e fruttosio)

disaccaridi aggiunti (saccarosio)

zuccheri contenuti naturalmente in miele, sciroppi, succhi                                          di frutta e concentrati di frutta


Nell’evitare questi zuccheri dobbiamo fare ATTENZIONE però allo ZUCCHERO NASCOSTO.

Ad esempio:

1 cucchiaio di ketchup contiene circa 1 cucchiaino di zucchero

oppure

1 lattina di una bibita gassata fino a 10 cucchiaini di zucchero

Bisogna quindi prestare molta attenzione a bibite, succhi di frutta, e merende, perchè forniranno moltissimi zuccheri, per altro senza saziare. Già perchè lo zucchero annienta il senso di sazietà facendoci, anzi, mangiare di più.

LO ZUCCHERO CREA DIPENDENZA

Scorrendo infatti il libro di Thomas Campbell, figlio del rinomato T. Colin, “Il Piano Campbell”, ci viene ricordato che lo zucchero crea dipendenza e che quindi più lo si mangia e più ne mangeremmo! Gli studi hanno dimostrato molti comportamenti caratteristici dell’assunzione di zuccheri coincidenti con quelli osservati per altre sostanze che procurano grave assuefazione, tipo la cocaina. Inoltre viene sviluppata una tolleranza alla zucchero per cui il nostro organismo ne chiederà sempre di più per ottenere lo stesso effetto.

LO ZUCCHERO PRODUCE SOVRAPPESO E OBESITA’

Gli studi dimostrano che gli adulti che assumono meno zuccheri hanno un peso corporeo inferiore, se gli stessi aumentano l’apporto di zuccheri, aumentano il loro peso.

obesi

Degli altri studi, condotti a livello europeo, hanno notato che in Italia, in particolare, nei bambini, la percentuale di energia derivante dagli zuccheri, sia aggiunti che naturalmente presenti negli alimenti, raggiunge il 21%! Il che è davvero troppo!!!

Questi bambini sono quindi a rischio di sviluppare sovrappeso. Il rischio è davvero grave e si capisce il motivo per cui sia in crescita.

E’ anche dimostrato che se eleviamo l’apporto di zuccheri oltre il 10% dell’energia totale facilmente si svilupperà la carie dentale.

Franco Berrino, epidemiologo ed esperto di correlazione tra cibo e tumori, nelle sue interviste ripete spesso che ” lo zucchero e i dolcificanti artificiali andrebbero tolti dalla dieta quotidiana al più presto!”

Secondo l’Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare in Italia il 23% degli uomini e il 21% delle donne è affetto da Sindrome Metabolica.  E la percentuale è destinata a crescere nei prossimi anni sulla scia del dilagare dell’obesità infantile. Infatti il fattore di rischio più importante è IL SOVRAPPESO. E chi soffre di Sindrome Metabolica avrà un rischio 5 volte superiore di ammalarsi di DIABETE.

Quindi, visto che chi mangia zuccheri avrà un peso maggiore e sarà a rischio di sovrappeso, per evitare tutto questo dobbiamo:

ASSOLUTAMENTE EVITARE GLI ZUCCHERI!

In particolare, sempre secondo l’autorevolissimo Berrino (ma non solo lui), sono da evitare:

IL SACCAROSIO (ovvero lo zucchero comune) poichè è composto da glucosio e fruttosio. Il glucosio va bene perchè ci da energia ma il fruttosio contrasta il buon funzionamento dell’insulina e della leptina e questo è un disastro!

LO SCIROPPO DI GLUCOSIO-FRUTTOSIO è il peggio del peggio ma purtroppo è molto usato nell’industria alimentare perchè costa poco e rende i prodotti soffici. Si trova dappertutto, anche nei prodotti salati: leggete le etichette!

GLI EDULCORANTI ARTIFICIALI fanno venire il diabete. Non fanno “sballare” la glicemia ma aumentano l’assorbimento del glucosio. Assolutamente NO.

UN PO’ MENO PEGGIO

L’AGAVE un po’ meglio ma comunque da evitare perchè è composta da polimemeri del fruttosio (che vanno bene) ma anche da fruttosio libero che invece non va bene.

IL MIELE un pò meglio anche lui. Contiene tante sostanze con valore terapeutico ma purtroppo anche glucosio e fruttosio libero. ASSOLUTAMENTE DA EVITARE ALLA MATTINA. Può essere concesso solo dopo un’intensa attività fisica.

…E QUINDI CON COSA DOLCIFICHIAMO?…

Secondo il dr. Franco Berrino bisogna abituarsi a gusti meno dolci.

Ma siccome i dolci sono buoni e nemmeno lui ci rinuncia (ne mangia uno almeno una volta al giorno), ecco cosa potremo utilizzare d’ora in poi:

FRUTTA SECCA

Uvetta sultanina, albicocche secche, datteri, ma anche mele, pere e banane. Sono naturalmente dolci e i risultati sono sorprendenti!

IL MALTO DI RISO O D’ORZO

Non contengono fruttosio anche se hanno un IG piuttosto elevato. L’importante è che siano accompagnati da un grasso (olio EVO, crema di mandorle, noci o pistacchi) che rallenta la velocità di assorbimento del glucosio nell’intestino.

frutta secca

E se non ne avete abbastanza, ecco un elenco di 77 motivi per evitare lo zucchero:

http://www.lastampa.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.